24
Dom, Set
1 New Articles

COMPLESSITÀ PER SOTTRAZIONE

Commenti
Typography

Al di là della sicurezza ostentata nella divulgazione scientifica, i teorici darwiniani sanno bene delle difficoltà che il pensiero del loro maestro conosce e tentano, pertanto, strategie sempre nuove per sfuggirvi.

Ne è un esempio il recente saggio di Daniel  W. McShea e Wim Hordijk, Complexity by Subtraction (clicca su Evolutionary Biology).

Esso parte dalla necessità di sottrarre il tema della complessità ai teorici dell'Intelligent Design (in particolare, a Michael Behe), senza incorrere nelle difficoltà tradizionali del darwinismo. Così i nostri autori si esprimono: «[...] Darwin affrontava il famoso argomento del disegno, ben conosciuto al suo tempo come al nostro [....]. La sfida c'era, e rimane: come spiegare l'evoluzione delle strutture articolate in molte parti derivanti da antenati ancestrali più semplici, specialmente nei casi in cui l'aggiunta graduale di parti nuove  sembra improbabile, poiché è difficile immaginare come i livelli intermedi possano essere funzionali. La risposta standard della biologia evoluzionistica (da Darwin ad oggi) è stata che la complessità sorge di fatto  per graduale aggiunta di parti da uno stato ancestrale originariamente semplice, e che i livelli intermedi svolsero nel fatto una funzione, sebbene, il che è importante, la funzione di queste strutture sempre più complesse è spesso mutata nel corso del processo evolutivo».

I nostri autori continuano (vi prego di seguire con attenzione!): «Questa risposta potrebbe essere giusta, e non solo per spiegare la struttura complessa occasionale , ma in generale. Non sappiamo. Il punto è che qui si presenta un'alternativa: un'iniziale alta complessità seguita da una perdita, una complessità per sottrazione. Il suo vantaggio come spiegazione della complessità è che il problema delle strutture internedie nonfunzionali non sorge».

La domanda che sorge spontanea è: ma McShea e Hordijk si rendono conto che, nel tentativo di risolvere un problema, ne hanno creato un altro ben più grave per loro? Vale a dire, come fanno a sorgere le strutture iniziali complesse? Mah!

By Fernando Di Mieri, Copyright DeUniverso © 2013.