24
Dom, Set
1 New Articles

L'Università di Cardiff insieme a quelle di Nottingham, Cambrige e Stockport hanno prodotto una bellissima immagine 3D del cervello umano utilizzando una nuova e sovisticata macchina che utilizza la tecnoligia della risonanza magnetica a diffusione (DWI o DW-RMI). Questo metodo di imaging rileva le variazioni della mobilità dei protoni dell'acqua in un tessuto biologico. Consente di mappare il processo di diffusione delle molecole soprattuto dell'acqua. Ove il flusso è più rapido, "normale", le immagini sono più scure essendo il segnale della risonanza più attenuato mentre ove la velocità di diffusione è lento, "ristretta", vengno rappresentate più chiare come nel caso di una eschemia.

Il 30 maggio 2017 alle ore 17:10 presso l'A.P.R.A. si terrà la conferenza su "La questione dell'inizio dell'universo tra scienza e fede". Interverrà il Prof. P. Gabriele Gionti, S.J., fisico teorico della Specola Vaticana (l'Osservatorio Astronomico e Centro di Ricerca scientifica della Chiesa Cattolica che fa capo al Governatorato dello Stato della Città del Vaticano).

Anche in Italia è ormai invalsa l’abitudine di celebrare il “Darwin Day” (guai a dirlo in italiano!), che ricorda la nascita (12 febbraio 1809) del celebre naturalista inglese: «Dal 2003 l’Uaar organizza Darwin Day anche in Italia con scienziati, docenti e giornalisti scientifici» (così recita il sito dell’organizzazione UAAR).

Per una circostanza che ritengo altamente provvidenziale in questi giorni mi è stato messo a disposizione l’insegnamento di un monaco ortodosso che mi sta fornendo una serie di osservazioni sulla vita di preghiera e di fede. È un’esperienza bellissima, sorprendente e stimolante, sotto diversi aspetti.

Una breve nota all'etica della conoscenza tra realismo ed anti-realismo.

Ritengo che sia possibile una visione armonica, che unifichi, nella distinzione analogica, la portata realistica, e quindi la verità, delle  scienze empiriche e della ragione teologica naturale, disponendo in tal modo alla novità ed alla realtà della fede.

Roma, 1 Febbraio 2017 - Si è tenuta la seconda puntata dell'evento "Scienza e Noi" organizzato dal BrainForum presentato da Viviana Kasam. Il relatore è stato Giorgio Metta, ingegnere e direttore dell'iCub Facility dell'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT). È professore di robotica all'Università di Plymouth (UK). Ha lavorato all'MIT di Boston. È stato responsabile di diversi progetti europei e consulente come esperto di robotica nell'ambito dei programmi della Commissione europea.

Apriamo questo resoconto sul Brainforum 2016 con le medesime parole usate dalla protagonista di questo evento la prof.ssa Daphna Joel, ricercatrice dell'università di Tel Aviv:

Altri articoli...