23
Gio, Mag
0 New Articles

LA CRISTOLOGIA DANTESCA DI ANTONIO D'ELIA

Recensioni
Typography

ANTONIO D'ELIA, La cristologia dantesca. Logos-veritas-caritas: il codice poetico-teologico del pellegrino, Luigi Pellegrini Editore, Cosenza 2012, pp. 133, prezzo € 15,00.

Antonio D’Elia, giovane ed attivo studioso calabrese, ha dedicato nel tempo numerose fatiche a Dante, una delle sue frequentazioni letterarie più assidue. L’ha fatto sia come organizzatore di eventi (vedi la Lettura Dantis Consentina) che come autore di analisi erudite volte ad esplorare aspetti diversi della produzione e del pensiero del Poeta. In questa recente opera D’Elia indaga quello che probabilmente è il fulcro della Commedia: la cristologia.

Poema in essenza cristologia, infatti è stata definito il capolavoro di Dante, che rappresenta quasi, per dirla con Auerbach, uno “sviluppo” della tradizione dei Vangeli. Il viaggio del Pellegrino può aver luogo in virtù dell’Incarnazione che ha ripristinato quel ponte fra l’uomo e Dio, spezzatosi in illo tempore  per via della ribellione umana. Non solo: ha consentito di andare oltre, di oltrepassare lo stato edenico per ascendere alla visione di Dio. Esattamente la meta che Dante, come singolo e come umanità, può ora porsi e raggiungere con i giusti ausili, fra incitamenti e rimproveri, fra svenimenti ed ebbrezze dello spirito.

Per leggere interamente la recensione, clicca qui.

(Fonte: Rivista di Studi Italiani)

By Fernando Di Mieri, Copyright DeUniverso © 2016.