22
Gio, Feb
1 New Articles

I nostri argomenti

Grid List

Giuseppe Cappello inaugura la nuova e aggiornatissima versione del suo sito www.giuseppecappello.it con questo nuovo pezzo che ha piacere di condividere anche con i lettori di De Universo.

Una lucida riflessione sul significato dell'Alternanza Scuola Lavoro quale tempo sottratto all'apprendimento e alla costruzione della propria paideia ovvero in un linguaggio contemporaneo del senso dell'appartenenza ad una comunità civica e dello sviluppo della propria cittadinanza attiva.

Qualora si voglia parlare in un linguaggio 2.0 della scuola come si è venuta configurando almeno nell’ultimo decennio, si può dire che essa oggi rassomigli molto a uno schermo del computer su cui aprano, in misura esponenziale, molti file; chiunque insegni sa quanti e quanto articolati siano i rivoli extracurricolari che ogni studente si trova sul suo screenshot; sa come su questo screenshot sia pure comparsa l’icona dell’Alternanza Scuola Lavoro e come dentro questo nuovo programma si sia verificata un’ulteriore moltiplicazione di file più o meno “craccati”.

La categoria del "tempo" è stata ed è al centro di una riflessione millenaria tra filosofi, teologici e scienziati. La fisica contemporanea ci offre una nozione nuova che, a mio avviso, mantiene dei correlati con la concezione del pensiero filosofico antico.

Interessante incontro d’arte e conseguente dibattito sui temi della vocalità e delle scritture intermediali che seguono la mostra documentaria dell’autore/performer ciociaro.

Lunedì prossimo, 5 giugno 2017, dalle ore 18,30 presso lo Studio Varroni in via Saturnia 55, int. 2 a Roma, si terrà un interessante pomeriggio d’arte con protagonista un artista intermediale, esperto performer di poesia sonora e vocale, Giovanni Fontana, che i nostri lettori hanno già avuto modo di conoscere in altri contenuti proposti da De Universo precedentemente.

Registrati sul nostro sito per ricevere news in tempo reale e molti altri contenuti.

La storia in uno scatto

Nelson Mandela, prigione di Robben Island, 1964-82.