20
Mer, Mar
0 New Articles

LE COMUNI RADICI DEL MODERNISMO E FONDAMENTALISMO ISLAMICI

Ricerche
Typography

Vi segnalo uno breve studio di Hamadi Redissi pubblicato il 14 dicembre 2016 su OasisCenter.

Si tratta di una breve presentazione del pensiero di Muhammad 'Abduh, morto nel 1905. Hamadi Redissi ripropone la riflessione di 'Abduh nel suo scritto intitolato: "L'Islam, Il Cristianesimo e il loro approccio alla scienza e alla civiltà". La stesura del libro era collegata ad una serie di articoli del 1902, pubblicati su al-Manār1, con cui l'autore, per interposta rivista, rispondeva a Farah Antun (morto nel 1922). Quest'ultimo elogiava sulla rivista al-Jāmi'a il libro di Ernest Renan dal titolo Averroè e l'averroismo.

«[...] Antun che fa di Averroè e di Aristotele dei “materialisti”, ‘Abduh risponde che i due erano deisti. Alla domanda su quale religione, tra il Cristianesimo e l’Islam, sia meno dogmatica e più tollerante rispetto alla scienza e agli uomini di scienza, ‘Abduh risponde essere senza dubbio l’Islam, che non ha conosciuto l’inquisizione. A questo proposito, egli cita molti uomini di scienza non-musulmani, rispettati da califfi e principi e prossimi di questi ultimi. Il Cristianesimo, invece, aveva ostacolato il progresso occidentale, che ‘Abduh spiega attraverso quattro cause principali: la formazione di società dotte anticlericali, l’inquisizione che ha offuscato l’immagine della Chiesa, la Rivoluzione francese e infine l’abbandono del Cristianesimo come religione»2

Il contributo si inserisce all'interno di un programma di ricerca "Non un'epoca di cambiamento, ma una cambiamento d'epoca" realizzato con l'aiuto di Fondazione Cariplo.

Cliccare qui, per leggere integralmente l'articolo.

(Fonte: Oasis Center)

 

By Daniele D'Agostino, Copyright © DeUniverso 2016.

 

Note finali:
1 Rivista fondata nel 1898 dal Rashid Rida discepolo e biografo autorizzato di Abduh.
2 REDISSI H., «Quell'"eretico ortodosso" che osò ripensare l'Islam», in Oasis Longreads (n.5, 15.12.2016).