19
Mer, Dic
6 New Articles

Confesso. Non ho mai desiderato tanto (scrivo quando mancano due giorni all’insediamento di Trump) che un presidente statunitense andasse via come mi succede con Barack Obama. Sembrerà strano questo mio coinvolgimento nelle vicende di un Paese diverso dall’Italia, ma non riesco a farci niente. 

Anche noi di DeUniverso vogliamo occuparci della recente elezione statunitensi e della vittoria di Donald Trump, repubblicano, sulla sua rivale democratica Hillary Clinton.

La notizia di Tess Asplund, in Svezia, che sfida il corteo di nazifascisti, ci ha fatto ricordare come in diverse circostanze storiche dell'umanità alcuni individui, uomini e donne, sono capaci di piccoli gesti di straordinaria carica emotiva e significato.

La Brexit in UK, l’elezione di Donald Trump negli States e, in parte, il Referendum in Italia sanciscono definitivamente la frattura tra la realtà “mediatica” e quella “reale”. Vi proponiamo una riflessione ed alcuni spunti sul “flop” dei mass media e dei sondaggisti.

Le due sentenze della Corte Costituzionale su pensioni e stipendi pubblici e la loro mancata applicazione trafiggono definitivamente il “cuore” della democrazia italiana.

Prima delle fine delle primarie presidenziali statunitensi, abbiamo avuto modo di leggere la notizia riportata da diverse testate giornalistiche sia nazionali che internazionali, del "veloce" saluto tra Papa Francesco e Bernie Sander, rivale, alle primarie democratiche, di Hillary Clinton.

Altri articoli...