26
Sab, Mag
1 New Articles

Credo che queste ultime elezioni abbiano decretato veramente l’esaurimento di ogni forza e prospettiva della sinistra italiana. Non solo in modo politico ma finanche in modo storico. E la questione mi sembra sottovalutata. Non credo infatti che un cambio delle leadership o gli stessi sussulti della base a ‘ritornare alle sezioni’ possano rianimare un paziente clinicamente morto. Con molte fantasie e senza più un’idea. Cerebralmente morto. Dopo una lunga agonia trentennale in cui la classe dirigente che doveva tesaurizzare l’esperienza del PCI e riproporla in una nuova sfida ha mostrato tutta la sua inadeguatezza politica al compito.

Garantire il diritto al voto è, forse, il più alto compito delle istituzioni repubblicane in una democrazia che tal si voglia definire. Sono state sacrificate vite e vite per conquistare il diritto al voto e vederlo “violentato” e “calpestato” senza pudore (e senza una levata di scudi da parte della opinione pubblica e degli osservatori) fa davvero male.

Altri articoli...