23
Gio, Mag
0 New Articles

"Il cervello mistico": è con questo titolo che il Brain Forum, diretto dalla Dott.ssa Viviana Kasam, propone una conferenza su un tema molto riflettuto in diversi ambiti disciplinari ma in modo singolare viene affrontato per la prima volta in un confronto tra sapere teologico e neuroscientifico.

Al posto degli approcci teologici, sociologici e psicoanalitici che hanno negli anni passati dominato lo studio di esperienze mistiche estatiche, i relatori dal loro confronto dialettico cercheranno di decodificare i meccanismi celebrali che sottostanno a questi fenomeni.

Come nascono nel cervello le visioni dei mistici? Sdoppiamenti, presenze immateriali, voci profetiche, possono essere una conseguenza delle tecniche codificate e utilizzate, per esempio nella Kabbalah e nell’Esicasmo, nel Sufismo e nella tradizione buddista? Tecniche che modificherebbero lo stato di coscienza, producendo alterazioni  percettive paragonabili a quelle indotte da droghe o da malattie neurologiche?

A queste domande cercherà di rispondere l'evento promosso ed organizzato dal Brain Forum.

Ne discuteranno due giganti degli studi mistici il prof. Moshe Idel, considerato la massima autorità mondiale degli studi kabbalistici, e il prof. Antonio Rigo, altrettanto autorevole e riconosciuto esperto di esicasmo e dei rapporti con le pratiche mistiche orientali, in un originale confronto con il neuroscienziato Shahar Arzy, che insieme a Idel ha recentemente pubblicato il saggio: Kabbalah. A neurocognitive approach to mystical experiences (Yale University Press, New Have 2015).

Se ne consiglia la lettura. Un testo che costituisce una innovativa ed originale pista di ricerca sugli studi mistici. Gli autori offrono ai lettori una conoscenza scientifica approfondita sul modo in cui i cabalisti eclettici hanno raggiunto le loro esperienze mistiche più preziose. Analizzano le descrizioni mistiche ed estatiche riportate in prima persona dai più importanti mistici ebraici; e confrontano i risultati di questa indagine preliminare delle tecniche Kabbalistiche (reduplicazioni corporee, dissociazioni ed altri fenomeni) con recenti osservazioni neurologiche ed esperimenti di laboratorio moderno.

La conferenza sarà l'occasione sia per l'uditorio che per i relatori di evidenziare come i Kabbalisti, Esicasti, Sufisti e Buddisti siano nella nostra contemporaneità investigatori pionieristici del sé umano.

La conferenza si terrà il 29 novembre p.v. alle ore 18:00 a Lucano presso il bellissimo ed avveneristico edificio del Centro Culturale di Lucano "Arte e Cultura" (LAC). La conferenza sarà in inglese ed italiano con traduzione simultanea. Ingresso gratuito anche se è necessaria la prenotazione (potete cliccare qui).

(Fonte: Comunicato stampa del Brain Forum)

Copyright DeUniverso © 2017. 

 

Roma 17.10.17. Si terrà a Roma, il 17 ottobre, alle ore 17.10 presso l'aula magna dell'APRA, la prima delle conferenze programmate dall'Istituto in Scienza e Fede per quest'anno accademico. Il titolo sarà Il modello standard, incontro tra cosmolgia e fisica delle particelle, tenuta dal Prof. Sigismondi Costantino.

In estrema sintesi vi riportiamo le tematiche che verranno trattate durante l'incontro accademico.

La Rivoluzione Copernicana (THOMAS S. KUHN, La Rivoluzione Copernicana), e quella "dimenticata" degli Alessandrini (LUCIO RUSSO, Flussi e Riflussi), hanno caraterizzato e influenzato fortemente l'evoluzione del pensiero e del sapere astronomico. La comprensione del sistema del mondo (PIERRE DUHEM, Le Systhème du Monde) ha influenzato, lungo la storia, arte, letteratura, teologia e scienza, fino ai nostri giorni.

Lo studio accurato dei moti di pianeti, stelle e galassie ha portato ai modelli di sistema solare, della galassia e dell'Universo in espansione, passando dalla cosmografia classica e medievale alla cosmologia fisica e all'astrofisica moderna. Il ruolo della fisica quantistica e relativistica, con quello dei sistemi complessi ha allargato nell'ultimo secolo gli orizzonti dell'astronomia rispetto a quelli della meccanica celeste e della spettroscopia, avvicinandola sempre più al rango di scienza sperimentale.

La conferenza intende essere un spazio d'approfondimento di tematiche che evidenziano la fruttuosa e fattiva collaborazione tra la scienza e la fede.

Si mostrano gli invarianti del pensiero scientifico, giunti dall'età classica fino a noi, e si individuano paradigmi e novità che hanno cambiato punti di vista. "Salvare i fenomeni", motto di Tolomeo, è ancora valido oggi anche nella Cosmologia fisica, alle prese con il totale rinnovamento dell'apparato teorico nell'ultimo decennio. Analizzeremo quanto vi è di moderno in Tolomeo e quanto di antico nel nuovo modello standard di Universo in espansione accelerata, dominato dall'energia oscura. Come cerniera tra i due mondi antico e moderno c'è l'introduzione del telescopio nel 1610, annus mirabilis, dove le novità non devono essere idolatrate, né le continuità ignorate.

By DeUniverso © 2017.

Roma 29.09.2017 - Inzia venerdi prossimo il Corso di perfezionamento in Neurobietica promosso dall'Istituto di Bioetica e Diritti Umani insieme al Gruppo Intedisciplinare di Ricerca in Bioetica (GdN) dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Il corso racoglie il frutto e la sintesi del percorso d'indagine attivato dal GdN per l'A.A. 2017-18 fatto di momenti di riflessione, ricerca e pubblicazione sulle applicazioni all'essere umano delle neuro-tecnologie. Sarà un percorso a 360 gradi su un tema spinoso e complesso della neurobioetica: il transumanismo.

Roma 5-6 ottobre 2017 - Si terrà, in occasione della XXIII Assemblea Generale dei Membri della Pontificia Accademia per la Vita, il workshop dal titolo: "Accompagnare la vita. Nuove responsabilità nell'era tecnologica".

L'iniziativa della PAV, a carattere di alta-divulgazione scientifica, offre un'approfondimento di ordine etico sull'impatto ed il ruolo della tecnologia nella vita umana in tutte le sue fasi dalla nascita alla morte. Il ricco programma si concentrerà principalmente sugli aspetti antropologici della genitorialità e del rapporto tra tecnologia, giustizia ed uso delle risorse economiche.

Verranno presentate alcune categorie filosofiche e teologiche (corporeità, virtù, giustizia...) al fine di proporre un quadro di senso nella complessità dell'era tecnologica per poter assumere e rispondere in modo adeguato alle responsabilità morali che ognuno di noi ha verso ogni vita umana.

Potete scaricare il programma del workshop, cliccando qui.

Potete anche compilare il format per la partecipazione, cliccando qui. La registrazione può essere effettuata al costo di 50 euro a persona. Sono previste riduzioni per gli studenti universitari: 30 euro a persona.

DeUniverso © 2017.

Altri articoli...